Tour della lavanda in Provenza

 

Abbazia di Sénanque

Abbazia di Sénanque

Almeno una volta nella vita non dovrebbe mancare un’escursione tra i campi di lavanda della Provenza. Che sia a piedi, in bici, a dorso d’asino, in moto o su quattro ruote, il periodo ideale per immergersi nel mare blu-violetto dall’intenso profumo, è compreso tra metà giugno e metà luglio, ed in alcune zone fino a metà agosto. Sugli altopiani della Provenza cresce la lavanda pura, dal profumo e dalle essenze più concentrate,  oltre a quella coltivata industrialmente, chiamata “lavandin”. La prima, si può incontrare ad una quota compresa tra 900 e 1300 mt di altezza. La seconda, cresce fino ai 1.000 mt. di altitudine.

Plateau de Claparèdes

Plateau de Claparèdes

Plateau du Claparèdes e Plateau de Valensole sono alcune delle aree caratterizzate da immensi campi di lavanda, che di per sé rappresentano il filo tematico di molti viaggi in Provenza. Tra le mete da non perdere, spicca Chateau du Bois a Largarde d’Apt con sentieri, fattorie, la distilleria  e  il Museo dedicato all’oro blu, come i francesi chiamano la lavanda. Nella città termale di Digne-les-Bains, come sottrarsi alla tentazione di un bagno rilassante all’olio essenziale di lavanda? Stradine assolate, pervase dall’intensa fragranza della coloratissima pianta che cresce ai bordi di campi immensi, portano a luoghi suggestivi e meritevoli di una vista, ad esempio  l’Abbazia di Sénanque, dove le tinte della lavanda risaltano sullo sfondo grigio dell’antico edificio.

Saponi alla lavanda di Provenza

Saponi alla lavanda di Provenza

Numerose, inoltre, sono le feste provenzali dedicate alla lavanda che si tengono soprattutto nel periodo della raccolta che generalmente  avviene dopo un mese dalla massima fioritura della pianta. Un’occasione unica per conoscere da vicino le virtù, i prodotti e l’importanza di una pianta che ha scolpito in modo decisivo l’identità della Provenza.

 

Lavender excursions in Provence

At least once in a lifetime, a tour through the lavender fields in Provence should not be missed. Either by bike, motorcycle and car or on foot and muleback, the best time to plunge into the blue-violet sea, permeated with the intense lavender fragrance is from mid June to mid July or mid August, depending on the area.

Pure lavender, featured by more prominent essences and scent, grows on Provence highlands at an altitude ranging from 900 m and 1300 m, while the most intensively cultivated variety, called “lavandin” grows up to 1000 m. Plateau du Claparèdes and Plateau de Valensole are some of the areas beautifully adorned by huge lavender fields that represent themselves the guiding thread of several Provence travels.

Among the must-visit destinations, Chateau du Bois and Largarde d’Apt welcome visitors with lavender tracks, distilleries and a museum, dedicated to the blue gold, as the French call lavender and how not to be tempted by a relaxing bath in lavender essential oil at thermal town Digne-les-Bains?

Sunny tiny roads, surrounded by endless fields where the air is filled with  the intense fragrance and colors of lavender plants, lead to suggestive sites, such as the Abbey Notre-Dame de Sénanque, with the contrasting grey facade standing out among the colorful lavender nuances.

Several festivals celebrate lavender in Provence, especially during the harvest time that generally takes place one month after full bloom of the plant, whose products and properties can be closely appreciated. Thus, revealing the importance of lavender that has distinctively marked Provence heritage.

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: