Tortino salato di lenticchie e amaranto

Tortino salato di lenticchie e amaranto

L’amaranto, molto ricco di lisina che, tra le altre proprietà, favorisce l’assorbimento del calcio, è un cereale-non-cereale. Ciò significa che non contiene glutine. Anticamente lo utilizzavano gli Aztechi, gli Incas, i Romani e quindi è uno dei grani più antichi.

La pianta viene coltivata anche a scopo ornamentale, essendo molto variopinta e decorativa. Purtroppo, per la sua consistenza “sabbiosa” che conserva anche dopo la cottura, non sazia molto e allora viene unito ad altri alimenti: orzo, farro, verdure ecc..

Pianta di amaranto

In questa ricetta semplice e veloce l’amaranto è stato abbinato alle lenticchie, per un piatto unico dall’alto valore nutritivo e saziante.

Ingredienti: 

100 gr di lenticchie – 50 gr di amaranto – mix di erbe aromatiche a piacere (ad es. origano, rosmarino. salvia, basilico) – sale – olio di oliva.

Preparazione: 

Dopo aver lasciato in ammollo le lenticchie per qualche ora, lessarle in un tegame con poca acqua e sale.

Amaranto, antico grano

Nel frattempo cuocere l’amaranto, dopo averlo sciacquato in un setaccio sotto l’acqua fredda. Metterlo in una casseruola con poca acqua e sale, portare a ebollizione e cuocere per 15/20 minuti, finché si asciuga.

Tritare finemente le spezie e aggiungerle all’amaranto, quindi incorporare anche le lenticchie. Mescolare bene e spegnere il fuoco. Aggiungere poco olio di oliva e passare il tutto al mixer, fino ad ottenere una purea densa.

Ricoprire con carta da forno bagnata e strizzata uno stampo a cerniera per torta diam. 13 cm e versare il composto. Livellare con un cucchiaio e bucherellare la superficie.

Infornare per circa 20 minuti, quindi sfornare e rigirandolo su un piatto togliere delicatamente la carta da forno.

Tortino salato di lenticchie, amaranto e formaggio

Rigirarlo di nuovo e servire.

Se si vuole gustare una versione ancora più saporita e ricca, cospargere la superficie con abbondante formaggio grattugiato (grana, pecorino o altro formaggio), prima di passarlo al forno.

Polpette di lenticchie

Polpette di lenticchie

Polpette di lenticchie

Se le solite lenticchie sono venute a noia, tanto da rinunciare a mangiarle, perché non provarle in versione “polpetta”?

Ecco come fare.

Lessare in acqua salata 150 gr di lenticchie, precedentemente lasciate a bagno qualche ora.

Dopo circa 15 minuti, aggiungere qualche foglia di basilico tritato e un paio di cucchiai di passata di pomodoro (meglio se fatta in casa).

Far asciugare le lenticchie, ma non del tutto.

Passarle al mixer per ottenere una purea densa.

Sulla piastra del forno rivestita con l’apposita carta, leggermente unta con olio di oliva, formare dei mucchietti e cuocere finché risultano dorate.

Rappresentano un piatto unico per l’alto valore saziante e nutritivo, oltre che economico e sostituisce l’impasto con la farina di lenticchie, molto più costosa.

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: