Dolce multistrato

Dolce multistrato

Via di mezzo fra tirami sù, zuppa inglese e dolce mattonella, questa preparazione multistrato si presenta molto morbida e cremosa.

Pur non essendo propriamente “light” per la presenza piuttosto abbondante di mascarpone e formaggio spalmabile, che comunque una-tantum ci si può anche concedere, si distingue per il basso contenuto zuccherino. Un contenuto che, ovviamente, è variabile a seconda dei gusti e delle preferenze, perché il vantaggio di prepararsi da sé i dolci (e il cibo in generale) è sopratutto quello di poter dosare gli ingredienti e sperimentare abbinamenti de gustibus.

Base di farina di mandorle e grano saraceno

Ingredienti per la base: 100 gr di farina di mandorle – 100 gr di farina di grano saraceno – due mele – un pizzico di sale – 2 cucchiai di olio di semi (di girasole)

Ingredienti per la crema: 200 gr di mascarpone – 200 gr di formaggio spalmabile – latte di mandorla (qui, non zuccherato) – 7 / 8 gocce di olio essenziale di vaniglia – 1 pizzico di cannella – caffè istantaneo ed espresso – latte di mandorla – 2 cucchiaini di stevia

Preparazione della crema: lavorare con la frusta elettrica il mascarpone e il formaggio a cui è stato aggiunto 1 o 2 bicchieri di latte di mandorla e caffè istantaneo. Il dosaggio dipende dai gusti personali; qui sono stati utilizzati 2 cucchiaini di caffè istantaneo in 2 bicchieri di latte di mandorla. Quando la crema ha raggiunto la consistenza desiderata, aggiungere l’olio essenziale di vaniglia, la cannella, la stevia e mescolare bene. Quindi, riporre in frigo.

Preparazione della base: in una terrina mischiare le due farine, due mele grattugiate, il sale e l’olio di semi. Mischiare finché viene raggiunta una consistenza molto morbida, eventualmente aggiungendo del latte di mandorla.

Stendere l’impasto su una teglia molto larga, rivestita con carta da forno bagnata e strizzata, disponendolo in uno strato molto basso.

Cuocere in forno (a gas) per circa 30 minuti a 200° o regolarsi in base al proprio forno.

Far raffreddare la base, quindi ritagliarla in 3 parti uguali. Procedere a strati, spennellando ogni strato della base con il caffè fatto con la moka e  abbondante crema. Spolverizzare l’ultimo strato, ricoperto di crema, con cacao amaro.

Riporre nel freezer per il tempo necessario a solidificare il tutto.

 

Annunci

Torta di ciliegie con farina di mandorle e di farro

Torta di ciliegie con farina di mandorle e di farro

L’estate ormai è vicina e un frutto come la ciliegia non può che ricordarcelo. Ecco una ricetta semplicissima, pensata in suo onore, evocando una versione light della pasta di mandorle.

Ingredienti: 100 gr farina di mandorle – 100 gr farina di farro – 2 mele gialle – 200 gr di ciliegie (il peso si riferisce ai frutti già snocciolati) – 3 cucchiai di olio di semi (di girasole) – 1 cucchiaino scarso di sale – la scorza di 1 limone non trattato, tritata molto fine.

Preparazione: unire le due farine, le mele grattugiate, il sale, l’olio di semi, la scorza del limone tritata e mischiare bene. In ultimo, aggiungere all’impasto le ciliegie snocciolate e  tagliate a metà, lasciandone da parte un po’ per la decorazione.

Torta di ciliegie senza zucchero

Versare l’impasto in una teglia ø 16 cm, rivestita con carta da forno bagnata e strizzata. Livellare la superficie e ricoprirla con le restanti ciliegie. Far cuocere in forno preriscaldato per circa 1 ora a 200° (forno a gas) oppure regolarsi in base al proprio forno.

Rimuovere delicatamente la carta da forno, rigirando la torta fra due piatti.

Eventualmente, spolverizzare la superficie con un paio di cucchiaini di stevia.

In questo dessert, aromatizzato al limone, la farina di mandorle crea un delicato connubio con le ciliegie e ricorda la consistenza della pasta di mandorle, ma dal sapore e dal contenuto molto meno zuccherino. Utilizzando solo la farina di mandorle, inoltre, si presta ad essere consumato senza cottura, come “dolce” al cucchiaio.

 

Cherry pie with almond and spelt flours

The summer is here again and fruits like cherries can not help but remind us of that. Here is a simple recipe, designed in their honor, evoking a light version of almond paste.

Ingredients

100 gr almond flour – 100 gr spelt flour – 2 yellow apples – 200 gr cherries (the weight refers to the fruits already pitted) – 3 tablespoons of seeds oil (sunflower) – 1 teaspoon of salt – the rind of 1 organic lemon, finely minced.

Preparation

Combine all ingredients, both flours, grated apples, salt, seed oil, minced lemon rind and mix well. Finally, add the pitted cherries to the dough and put aside a part of the fruits for decoration.

Pour the mixture into a 16 cm pan, coated with wet and squeezed baking paper. Level the surface and cover it with the remaining cherries. Bake in preheated oven for about 1 hour at 200 ° (gas oven) or adjust according to your oven.

Gently remove the baking paper, turning the cake between two plates.

If desired, sprinkle the surface with a couple of teaspoons of stevia.

This dessert, flavored with lemon, creates a delicate combination of almond flour with cherries and recalls the consistency of almond paste, but with much less sugar taste and content.

Moreover, if only almond flour is used, it might be consumed without cooking, as a spoon dessert.

Torta di mandorle e pistacchi

Torta di mandorle e pistacchi

Che una buona torta debba per forza contenere gli ingredienti classici è un altro mito da sfatare. Questo è l’ennesimo esperimento che lo conferma: niente lievito, niente uova, niente zucchero, niente burro, ma allora che torta è? Eppure… si mangia volentieri e si gusta, anche perché mandorle e pistacchi sono un’abbinamento vincente!

Ingredienti: 100 gr di farina di pistacchi (di Bronte) – 100 gr di mandorle pelate, macinate (o farina di mandorle) – 50 gr di mandorle non pelate – 100 gr di farina di farro – 3 mele golden – 1 cucchiaino scarso di sale – 3 o 4  cucchiai di olio di semi di girasole.

 

Preparazione: versare in una terrina la farina di farro, quella di pistacchi e le mandorle pelate tritate molto fini. Grattugiare tre mele e aggiungerle alle farine, insieme al sale. In ultimo, incorporare l’olio di semi. Lavorare bene l’impasto con un cucchiaio di legno. Non è necessario aggiungere acqua.

Versare l’impasto in una teglia ø  20 cm  foderata con carta forno bagnata e strizzata, livellare e  ricoprire con le mandorle non pelate, tritate grossolanamente oppure intere. Cuocere in forno preriscaldato per circa 60 min. a 200° (forno a gas). Far raffreddare e rimuovere delicatamente la carta forno, rovesciando la torta tra due piatti. Eventualmente, spolverizzare la superficie con un paio di cucchiaini di stevia.

La torta resta bassa, ma la consistenza è molto morbida, più solida sulla superficie arricchita dalla fragranza delle mandorle tostate.

Torta di mandorle e pistacchi, senza zucchero

Torta di prugne e cannella

Torta di prugne e cannella

Inseguendo le stagioni, anche se bizzarre, ecco il periodo delle prugne rosse da utilizzare per questa ricetta velocissima e semplicissima.

Ingredienti: 200 gr circa di prugne rosse (peso finale di 7 frutti, privati di nocciolo e buccia) – 150 gr di mandorle pelate, tritate fini –  100 gr di farina di farro bio – 2 mele golden –  cannella in polvere – mezzo cucchiaino di sale.

Pronta per il forno

Preparazione: Tagliare a fettine sottili le prugne, private della buccia. In una terrina capiente mischiare la farina di farro con le mandorle tritate, le mele grattugiate, il sale e un cucchiaino di cannella.  Lavorare l’impasto che risulterà molto morbido, ma non liquido (non è necessario aggiungere acqua).

Stenderlo in una teglia diam. 18 cm  foderata con carta da forno bagnata e strizzata. Ricoprire con le prugne. Infornare in forno già caldo e cuocere, regolandosi con il proprio forno (a gas, per 30 minuti a 240° e altri 15  minuti a 200°).

Far intiepidire e rimuovere delicatamente la carta da forno. L’abbinamento cannella-prugne è ottimo e, quindi,  una leggera spolverata di cannella darà il tocco finale.

La consistenza dell’impasto ricorda un po’ la pasta di mandorle, ovviamente meno dolce di quella tradizionale.

Si tratta comunque di un sapore delicato, ancora più raffinato se gustato alcune ore o il giorno dopo la preparazione.

 

Torta al cioccolato zuccherata con la frutta

Torta al cioccolato sugar free

Torta al cioccolato sugar free

Una torta al cioccolato fondente 99% può essere una  follia? Forse, ma gli esperimenti in cucina sono sempre un po’ bizzarri. Così, ecco il risultato, dopo qualche ora.

Infatti, per preparare questa torta occorre un po’ di tempo, perchè anche la farcitura richiede il suo tempo. Innanzitutto è meglio preparala prima. E’ una mousse che sembra un po’ una marmellata e si potrebbe gustare anche da sola, perchè è molto deliziosa, oltre che molto semplice da preparare. E’ probabile che si possa fare anche con molti altri tipi di frutta. La prossima sarà alle prugne scure e zenzero. Chissà quale sarà il risultato? Questa, invece, si prepara con 2 pere piuttosto grandi, 1 mezza mela, semi di chia e acqua.

Preparazione della mousse: lavare, sbucciare (se non è frutta bio) e tagliare a pezzettini le pere e la mezza mela. Porre la frutta in una pentola bassa e aggiungere 2 cucchiaini di semi di chia (rendono il composto un po’ gelatinoso) e un mezzo bicchiere di acqua. Cuocere a fuoco medio-basso per circa 30 minuti. Far intiepidire, frullare e aggiungere 1 cucchiaio di vino bianco. Quindi, riporre in frigorifero.

Preparazione dell’impasto: Tagliare a fette sottili 1 mela e passarle al forno per circa 30 minuti a 240° sulla piastra rivestita con carta forno, rigirandole dopo un quarto d’ora. Una volta pronte verranno tritate finemente e serviranno al posto dello zucchero nell’impasto.

Nel frattempo sciogliere con 4 cucchiai d’acqua circa 30 gr di cioccolato fondente al 99% a bagnomaria.  Con una frusta sbattere 2 tuorli. Aggiungere 4/5  gocce di olio essenziale di vaniglia (servono a rendere meno amaro il gusto del cioccolato) e unirvi il cioccolato appena sciolto e lasciato raffreddare.

torta

Risultato finale della torta al cioccolato

Montare i due albumi a neve. Unire la mela tritata e incorporare la metà degli albumi al cioccolato e ai tuorli.

L’altra metà degli albumi va aggiunta alla farina composta da 150 gr di farina di mandorle non pelate tritate fini e 150 gr di farina di grano saraceno + 1 pizzico di sale. Dopo aver mescolato delicatamente aggiungere alla farina e agli albumi l’altra parte (albumi montati a neve con la mela tritata, tuorli e cioccolato).  Quindi, incorporare poco alla volta dell’acqua, circa 1 terzo di bicchiere, per rendere l’impasto cremoso, ma solido.

Versarlo in una teglia ø 16 cm foderata con carta da forno bagnata e strizzata. Cuocere in forno su una griglia  a 240° per 30 minuti, poi abbassare a 200° e continuare la cottura per altri 15 minuti. Far intiepidire nel forno e porre la torta con il foglio di carta forno su un  piatto o un piano.

Tagliarla a metà, ricavando 2 dischi della stessa altezza e farcire con la mousse di pere. Ricoprire con la l’altra metà della torta e spennellare superficie e lati con la restante mousse.

E infine: sciogliere in un pentolino a bagnomaria il restante cioccolato con dell’acqua (circa 1/3 di bicchiere). Far raffreddare e versarlo direttamente dal pentolino sulla torta, iniziando dai lati verso il centro.

Far raffreddare in frigorifero, quindi togliere delicatamente il foglio di carta forno e porre la torta su un piatto.

Ricapitolando, questi sono gli ingredienti necessari: 150 gr di mandorle tritate fini – 150 gr di farina di grano saraceno – 1 pizzico di sale – 4 uova – 50 gr di cioccolato fondente 99% – olio essenziale di vaniglia per uso alimentare – 2 pere grandi – 1 mela e mezza grandi – 1 cucchiaio di vino bianco – 2 cucchiaini di semi di chia – acqua.

Si conserva in frigorifero e si gusta al meglio dopo qualche ora. Per la cottura, si intende nel forno a gas.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: