Torta con farina di pistacchi e nocciole

 

Torta con farina di pistacchi e nocciole

Di esperimento in esperimento, eccoci arrivati alla farina di pistacchi… di Bronte naturalmente, tanto per valorizzare le nostre eccellenze italiane.

Da un  po’ frullava nell’aria l’idea di una torta così e finalmente eccola concretizzata. Dal risultato, tutto sommato, soddisfacente a dimostrazione che anche senza i classici ingredienti tipo farine ultra raffinate, lieviti, uova, burro ecc. si può ottenere un gradevole impasto morbido, con l’aggiunta di un interessante contrasto tra i morbidissimi pezzetti di pera e l’effetto “ granulare” delle nocciole tritate.

Ingredienti:

100 gr di farina di pistacchi

100 gr di farina di mandorle o mandorle pelate, tritate fini

50 gr. di farina integrale di farro

250 circa di pere dolci a pezzetti molto piccoli

100 gr circa di nocciole pelate

100 gr. di cioccolato fondente (qui è stato utilizzato al 90%)

1 cucchiaino di sale

Preparazione:

Sbucciare le pere, privarle del torsolo e ridurle a pezzetti molto piccoli.

Tritare grossolanamente 60 gr. circa di nocciole.

In una terrina capiente, unire tutte e tre le farine insieme alle pere, alle  nocciole tritate e al sale.

Mescolare molto bene, aggiungendo poca acqua alla volta, fino ad ottenere una consistenza morbida, non troppo liquida.

Foderare uno stampo ø  con carta da forno leggermente unta con olio di oliva e cuocere per 30 minuti a 240° (forno a gas) e altri 15/20 minuti a 200° o regolarsi in base al proprio forno.

Far raffreddare e ricoprire con il cioccolato fondente sciolto a bagnomaria (ma si potrebbe gustare anche senza cioccolato) e decorare con granella di nocciole.

Si gusta al meglio dopo alcune ore dalla preparazione, ma soprattutto il giorno seguente, nonostante un leggero retrogusto un po’ asprigno, dato dai pistacchi, si suppone (per questo forse risulta più gustoso cibarsi dei frutti al naturale), che probabilmente può essere corretto dall’aggiunta di zucchero, ostinatamente lasciato fuori dalla porta in questa sede.

Sicuramente, una fettazza di questa “pseudo-torta” o torta alternativa rappresenta un’ottima fonte energetica, magari in previsione di un po’ di aerobica sulle musiche del Lago dei Cigni di Ciaikovskij…

 

 

Annunci

Semplicemente cioccolato…

Torta al cioccolato superfondente e pere

L’idea di partenza era quella della classica combinazione fondente e pere, ma con la cottura il sapore intenso del cioccolato ha avuto il sopravvento. Così, ne è risultata una torta solo e completamente al cioccolato.

Ingredienti: 

100 gr di cioccolato fondente 90% di ottima qualità

500 gr di pere

100 gr di farina di farro bio, macinata a pietra

un pizzico sale

acqua q.b.

Preparazione: 

Frullare le pere insieme al cioccolato, con poca acqua, fino ad ottenere una crema densa.

In una terrina grande, mischiare la farina di farro con la crema al cioccolato. Aggiungere un pizzico di sale e acqua q.b. Lavorare l’impasto molto bene e versare in uno stampo diam. 16 cm. rivestito con carta forno bagnata e ben strizzata.

Cuocere 30 minuti a 240° (forno a gas) e altri 15 min. a 200° , o regolarsi con il proprio forno.

Far raffreddare e gustare.

Probabilmente, la consistenza della polpa e la qualità delle pere determina la dolcezza o meno dell’impasto (qui sono state utilizzate 7 pere siciliane molto piccole, sode e non dolcissime, coltivate nella zona dell’Etna). In ogni caso, la crema (a crudo) ottenuta frullando le pere con il cioccolato è un’ottima mousse da gustare così com’è o da spalmare su pane integrale, o ancora per ricoprire o farcire altri tipi di dolci.

Decisamente dedicata a chi ama il sapore intenso del cioccolato fondente.

Simply chocolate…

The starting idea was a classic combination of pears with dark chocolate, but after baking, the intense flavor of the second ingredient was stronger than expected. So, it turned out to be just a chocolate cake with no more pears inside…

Ingredients: 

100 gr of 90% dark chocolate of excellent quality

500 gr of pears

100 gr of bio, stone ground spelt flour

A pinch of salt

Water as needed

Preparation: 

Blend  pears and chocolate together, adding a bit water until you get a dense cream.

In a large bowl, mix spelt flour with the blended chocolate cream. Add a pinch of salt and some water. Mix the dough very well and pour it into a 16 cm round mold, previously covered with wet, squezzed oven paper.

Cook 30 minutes at 240 ° (gas oven) and another 15 min. at 200 °, or set time and temperature according to your own oven.

Let it cool and taste.

Probably, the consistency of the pulp and the quality of the pears determines the sweetness of the dough. Seven Sicilian pears cultivated in the area of Etna have been used here. They were small, firm and not very sweet. Anyway, the raw cream obtained by blending the pears with chocolate is a great mousse to taste as it is or to spread on brown bread, or even to cover or stuff other types of sweets.

Definitely, it’s a recipe dedicated to those who love the intense flavor of dark chocolate.

Torta fresca menta e cioccolato

Torta menta e cioccolato

Torna il caldo e la voglia di qualcosa di fresco: una torta, perché no? Fatta in casa, naturalmente.

Ingredienti: 

100 gr farina di farro (qui è stata usata quella bio, macinata a pietra) – 100 gr  cocco grattugiato – 2 mele golden – olio essenziale di menta per uso alimentare – 250 gr ricotta – 50  gr cioccolato fondente di qualità (percentuale a piacere, quello utilizzato nella ricetta è 99%) – 2 cucchiai abbondanti di cacao amaro – sale – acqua.

Preparazione della crema: 

Frullare la ricotta insieme a una mela grattugiata e al cioccolato fondente a pezzetti. Aggiungere 4 gocce di olio essenziale di menta e mescolare bene. Porre in freezer per tre/quattro ore, girando di tanto in tanto per addensare la crema, considerando che non sono stati utilizzati addensanti di alcun tipo.

Preparazione della base: 

In una terrina mescolare la farina di farro con il cocco grattugiato, 1 mela grattugiata, il sale, incorporando l’acqua poca alla volta, fino ad ottenere un impasto cremoso, ma non liquido. Versarlo in una teglia diam. 16 cm rivestita con carta da forno bagnata e strizzata.

Cuocere per 30 min. a 240° e per altri 30 min, a 200°, finché risulta dorata o regolarsi in base al proprio forno.

Porre su un piatto e far raffreddare. Ricoprire con la crema al cioccolato e mettere nuovamente in freezer per circa un’ora. Quindi, decorare a piacere, se si vuole. Tagliare a fette e servire.

Si conserva in frigorifero, Il sapore è molto rinfrescante, ma non stucchevole; delicato, per via della farina di farro e, inoltre, grazie al cioccolato, al cacao e all’olio di menta (da dosare con cautela) che contiene, è molto energizzante.

Quadrotti alle noci e fondente

Quando anche a maggio piove… eccome se piove, la cucina diventa un angolo dove sperimentare al tepore del forno che va. Ecco cosa ne è uscito: una ricetta da apprezzare, criticare, arricchire o prendere così com’è.

Ingredienti: 

150 gr di noci tritate – 150 gr farina di grano saraceno – 125 gr di frutti di bosco (facoltativi, tanto scompaiono con la cottura) – 50 gr di cioccolato fondente (percentuale a piacere, qui in cerca di sapori estremi è stato utilizzata la versione 99%) – 2 uova – 2 o 3 mele – 1 cucchiaino di sale.

Preparazione:

In una terrina molto capiente unire la farina  con le noci tritate, il sale, 2 tuorli passati al mixer, le mele a pezzettini,  i frutti di bosco, il cioccolato sminuzzato. Ottenere un impasto cremoso aggiungendo acqua tiepida (circa 1 bicchiere).

Montare a neve gli albumi e incorporarli delicatamente agli altri ingredienti.

Versare l’impasto in una teglia rettangolare piuttosto grande (qui  ne è stata utilizzata una di cm. 35 x 27) foderata con carta da forno bagnata e strizzata.

Cuocere in forno già caldo a 240° per 30 minuti e poi per 15 minuti a 200° o regolarsi in base al proprio forno.

Fare intiepidire pochi minuti e rigirando la teglia su un vassoio rimuovere delicatamente la carta.

Ripetere l’operazione. Far raffreddare e gustare a fette o tagliare a quadrotti.

E’ una ricetta molto semplice, un po’ rustica, ma che si presta a innumerevoli varianti. Sicuramente molto nutriente e pratica da portare in giro, nel caso non si voglia ricorrere a un classico spuntino pre-confezionato.

Strudel con pere, noci e cioccolato fondente

Riuscire a stendere l’impasto con farina di grano saraceno sottile, quasi come una sfoglia? Un po’ complicato, ma non impossibile. Ecco come si può fare: dopo aver incorporato in una terrina piuttosto grande 150 gr di farina insieme a 50 gr di cocco grattugiato, 1 uovo e 1 cucchiaino di sale e aver mischiato bene il tutto, aggiungere pochissima acqua alla volta. Impastare fino ad ottenere una consistenza ben solida, eventualmente aggiungendo altra farina.

Quindi, stendere l’impasto tra due fogli di carta da forno leggermente unti con olio d’oliva e porlo insieme al foglio inferiore in una teglia grande rettangolare.

Ricoprire con la farcitura, composta da due pere (Kaiser) a dadini molto piccoli, 150 gr di noci spezzettate grossolanamente e 50 gr di cioccolato fondente (99%). Richiudere lo strudel e infornare a 240° per 30 minuti, poi a 200° per altri 15/20 minuti o regolarsi in base al proprio forno.

Lasciare intiepidire e tagliare lo strudel a fette, gustandolo con una mousse preparata precedentemente in questo modo: frullare 3 clementine dolci, 2 cucchiai di semi di chia, 50 gr circa di ricotta fresca e 1 cucchiaio di cacao amaro. Versarla in uno stampo piccolo e porre in freezer per circa 1 ora. Al momento di servire, decorare con granella di arachidi tostate.

Il risultato finale è molto gratificante, anche se la sfoglia non è esattamente come quella classica. Il ripieno, di per sé, premia la buona volontà e sarebbe già buono così da solo, con il cioccolato che non si fonde del tutto.

E’ un mix di sapori e ingredienti sani, nutrienti e sfiziosi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: