Una torta alle mandorle davvero particolare

Nevicata di zucchero al velo

Nevicata di zucchero al velo

“Quando un tempo anche i dolci si facevano con la farina di mais”  potrebbe essere il sottotitolo di questa ricetta. Una ricetta che offre la versione “ricca” della più umile “polenta e latte”. Sì, perché questa torta è ottima da abbinare alla prima colazione, ma non solo. Oltre alla classica colazione a base di latte, il suo impasto compatto senza lieviti e pochi grassi, si gusta al meglio insieme ad un ottimo vino per dolci, una crema pasticcera, una mousse al cioccolato oppure semplicemente un caffè.

Pronta per il forno

Pronta per il forno

Su tutto prevale il sapore della farina di mais e il delicato retrogusto delle mandorle appena tostate. Non è una torta aristocratica e sicuramente non è in lizza per ottenere giudizi altisonanti. E’ rustica, essenziale e, come tutte le ricette, versatile, se all’impasto si sceglie di aggiungere un qualcosa in più per rivestirla di eleganza. Si può anche  accentuare il suo carattere rustico, ad esempio aggiungendo alla farina di mais quella mista a grano saraceno, la stessa che si usa per preparare la polenta taragna.

Torta alle mandorle con farina gialla

Torta alle mandorle con farina gialla

Certo, così com’è, mantiene il fascino dei sapori antichi quando per dolce ci si poteva permettere solo il “pan de mei” per dirla alla lombarda. Quel pane di mais che  originariamente era di miglio, dal tipico colore giallo. Inoltre, questa torta offre diversi vantaggi: sazia subito, non contiene lieviti e costa poco, meno di 5 euro una torta per 8 razioni. In tempi come questi, può essere un’idea per rivisitare in chiave moderna antichi sapori a basso costo, confermando che la storia si ripete inesorabile, anche in cucina.

Ingredienti

100 gr di farina bianca

300 gr di farina gialla

150 gr granella di mandorle

50 gr di mandorle intere (già pelate)

2 uova

100 gr di burro

1 arancia

70 gr di zucchero

Sale

Sciogliere il burro in un pentolino e fare intiepidire. Grattugiare la scorza di un’arancia e spremerne il succo. Miscelare le due farine insieme alla granella di mandorle e allo zucchero.

Al centro della miscela aggiungere un uovo intero e 1 tuorlo, il burro fuso, la scorza e il succo d’arancia, un pizzico di sale.

Mescolare molto bene e impastare il tutto, aggiungendo eventualmente poco latte o un liquore

Disporre l’impasto in una teglia foderata con carta da forno, sufficientemente larga da poterlo contenere per un’altezza di 2 cm.

Ricoprire con mandorle intere ed infornare nel forno preriscaldato. Tempo di cottura in forno a gas: circa 1 ora a 200°

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: